• highlights2
  • highlights
  • highlights3
  • highlights4

LSCT e AP della Spezia: sentenza favorevole del Consiglio di Stato

6 novembre 2015: MGMP assiste vittoriosamente La Spezia Container Terminal s.p.a., del gruppo Contship Italia, nella causa che numerosi ex concessionari di aree demaniali hanno promosso contro l'Autorità portuale della Spezia per opporsi alla consegna delle aree a LSCT medesima. Il Consiglio di Stato ha condiviso le tesi fatte proprie da LSCT in ordine all'inesistenza di alcuna proroga legale per le concessioni demaniali in ambito portuale e comunque all'incompatibilità di tali proroghe con le norme del diritto dell'Unione europea. Questi ex concessionari verranno quindi ricollocati in altri ambiti portuali, e ciò consentirà a LSCT di realizzare le opere idonee a garantire lo sviluppo del terminal.
icona-pdf [www.cittadellaspezia.it, 6 novembre 2015]

Cessione di Reefer Terminal e VIO

Agosto 2015: MGMP assiste GF Porterm (subholding terminalistica di GF Group) nella cessione della quota di controllo di VIO Interporto di Vado – Intermodal Operator, a favore dell'Autorità portuale di Savona, e della partecipazione in Reefer Terminal, gestore del terminal frigorifero del Porto di Vado, a favore di APM Terminals BV, oltreché nella negoziazione di diversi contratti correlati a quest'ultima cessione. Soci di riferimento nelle due operazioni sono stati Francesco Munari e Andrea Blasi, coadiuvati da Matteo Rossini, associate.
icona-pdf [The MediTelegraph, 8 agosto 2015][The MediTelegraph, 8 agosto 2015]

Acquisizione del pacchetto di minoranza di Medcenter Container Terminal

Agosto 2015: MGMP assiste Contship Italia Gate (del gruppo Contship) nell'operazione di acquisizione da APM Terminals BV della quota di minoranza di MCT, gestore del terminal contenitori di Gioia Tauro, il principale transshipment hub del Mediterraneo. Il socio di riferimento nell'operazione è Francesco Munari, coadiuvato da Matteo Rossini, associate.

Aiuti di stato nel settore aeroportuale

Azione contro SEA e il Comune di Milano
21 maggio 2015: MGMP notifica atto di citazione contro SEA S.p.A. e il Comune di Milano con una richiesta di danni per € 93 milioni. L'azione è proposta nell'interesse di ATA Handling S.r.l. (società che ha svolto servizi di handling sugli scali di Linate e Malpensa). L'attrice fa valere che i 380 milioni di aiuti di Stato erogati da SEA S.p.A. (il gestore degli aeroporti di Linate e Malpensa) in favore della sua controllata SEA Handling S.p.A. (operatore di handling sui medesimi scali) hanno procurato un ingiustificato vantaggio economico in favore di quest'ultima che ha pregiudicato l'attività e i risultati economici di ATA Handling. Si tratta del primo grande caso italiano di richiesta di risarcimento del danno proposta contro i soggetti a cui è imputabile l'erogazione degli aiuti di Stato illegittimi.

Avvio di collaborazione strategica nel settore portuale in Iran

Aprile 2015: MGMP assiste Contship Italia/Eurogate in una complessa trattativa con Sina Port and Maritime Company (SPMCO), la più grande azienda iraniana operante nel settore portuale, controllata da Bonyad Mostazafan Foundation, all'esito della quale viene sottoscritto un Memorandum of Understanding (MOU), che fissa i punti essenziali per un'alleanza che porterà ad una partnership strategica tra i due gruppi volta allo sviluppo del settore portuale-logistico in Iran, a partire dai diversi porti attualmente gestiti da SPMCO. Il MOU prelude alla stipulazione di una serie di accordi attuativi, allo stato in negoziazione. Il socio di riferimento nell'operazione è Francesco Munari, coadiuvato da Alessandro Dona, associate.

64 investitori istituzionali contro Saipem

28 aprile 2015: MGMP notifica l'atto di citazione contro Saipem per conto di sessantaquattro investitori istituzionali (fondi comuni di investimento, SICAV, fondi pensione, investment trust, ecc.), con una richiesta di danni per un importo complessivo di 174 milioni di euro. Gli attori fanno valere l'inesatta diffusione di informazioni relative al portafoglio ordini e alle stime di risultato per l'anno 2013 da parte di Saipem nel periodo dal 13 febbraio 2012 al 14 giugno 2013. Si tratta della prima grande causa italiana in tema di earnings restatements.
icona-pdf [comunicato stampa Deminor]